@fotoforfake

We Wish You A Faking Christmas!

Christmas Picture, Buffalo, New York, 1989 ©Les Krims

Christmas Picture, Buffalo, New York, 1989 ©Les Krims

La fine del mondo poi, non è mai arrivata.
Tutto scorre con la costante monotonia di sempre, in questo paese dove neppure i Maya o le tempeste solari, potrebbero cambiare qualcosa.
Dove ancora si dibatte se la fotografia sia arte o artigianato, se quello che si fotografa sia ritratto, still life o landscape, se la “vera fotografia” sia quella non manipolata, non ritoccata, neppure costruita, decisa, previsualizzata e cercata, qualcosa insomma che ti capita, come una storta alla caviglia o o il primo premio a una lotteria.
Ad anno nuovo torneremo a votare con un inquietante senso di déjà vu; di nuovo rivenderemo ai “compro oro” le catenine e i braccialetti della mamma o della nonna e un quarto di fegato, per il prossimo iPhone6; ancora cercheremo conforto nelle parole di Benigni, che per il 2013 ci spiegherà la lungimiranza e la poesia intrinseca nel Nuovo Codice della Strada, per farci sentire per una sera patriottici.
Sogneremo di accaparrarci una nuovissima fotocamera, che scatterà 40 fotografie prima che ci venga in mente di fotografare, tre o quattro quando glielo diremo noi e altre 20 dopo che avremo smesso di guardare, per mostrarci cosa varrà la pena di immortalare più tardi. Per raccontarci il futuro, che da bravi italiani, comprenderemo sempre in ritardo.

Subway Santas, 1954 ©Weegee

Subway Santas, 1954 ©Weegee

3c12642v

Santa Claus telephoning for supplies, 1899-1903, B.W. Kilburn. Library of Congress Prints and Photographs Division Washington, D.C. 20540 USA

3c12650v

I wish you all a Merry Christmas, 1899-1903, B.W. Kilburn. Library of Congress Prints and Photographs Division Washington, D.C. 20540 USA

Nazi Christmas Tree, 1939, John Heartfield

Nazi Christmas Tree, 1939, John Heartfield

Tutto questo per dire che siamo arrivati a Natale, una festa abbastanza fake da trovarsi a proprio agio sulle pagine virtuali di questo blog, insieme alla figura del bugiardo per definizione, il testiomonial della Coca Cola, il bravo grassone che porta felicità e indigestioni.

Disorganized Santa Claus and a Pile of toys in Boston, Massachusetts, 1880, McCormick & Heald

Disorganized Santa Claus and a Pile of toys in Boston, Massachusetts, 1880, McCormick & Heald

Christmas, c. 1927, Rudolf Koppitz

Christmas, c. 1927, Rudolf Koppitz

Christmas Tree in a Living Room, Levittown, L. I., 1963, Diane Arbus

Christmas Tree in a Living Room, Levittown, L. I., 1963, Diane Arbus

Quindi auguriamo a tutti buona indigestione, buon riposto, vino e distillati a fiumi e una manciata di serate passate a brindare a ciò che vi sta a cuore con chi riesce a farvi ridere.

©Anthony Redpath

©Anthony Redpath

Untitled (I shop therefore I am), 1987, ©Barbara Kruger

Untitled (I shop therefore I am), 1987, ©Barbara Kruger

A presto

Daniela, Costanza, Gabriella, Alessandro

Ascolto consigliato: “Silver & Gold” di Sufjan Steven

Annunci
Questa voce è stata scritta da AlessandroPagni e pubblicata il dicembre 23, 2012 su 2:42 pm. È archiviata in Pensieri con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: